ASSISTENZA CLIENTI:
FAQ NEWSLETTER

Blog

Articolo del blog

media
26 luglio 2022

Antibiotici e sole, cosa c'è da sapere

È possibile, in estate, trovarsi nel pieno corso di una terapia antibiotica ed è importante valutare le conseguenze che questa può avere con l’esposizione solare.

Alcuni tipi di antibiotici possono produrre effetti collaterali ed è bene conoscere i rischi che si corrono.

È certo che si possono manifestare delle reazioni allergiche sulla pelle, con effetti come la cosiddetta fotosensibilizzazione. Vediamo insieme, allora, quali sono gli antibiotici associati a reazioni fotosensibili, i rimedi e le misure preventive per evitare sgradevoli irritazioni della pelle durante l’esposizione al sole.

Capiamo, innanzitutto, con quali tipi di medicinali, i raggi solari, possono interferire, portando al rischio di eritemi, bolle sulla pelle e prurito.

Tali farmaci sono chiamati fotosensibilizzanti e i più conosciuti sono:

  • antifungini: come il ketoconazolo;

  • le creme antistaminiche lenitive dei sintomi delle punture di insetto;

  • farmaci per trattare l’acne, formulati con acido retinoico;

  • FANS, spesso assunti per lenire dolore e infiammazione;

  • contraccettivi orali;

  • farmaci per il trattamento del diabete;

  • antibiotici: come sulfamidici e tetracicline.

Quando si sta seguendo un terapia antibiotica, contenente i principi attivi elencati, sia essa orale o topica (pomate), è meglio evitare di esporsi al sole, per scongiurare le reazioni di fotosensibilità e fotoallergia.

Potrebbe accadere, infatti, che a contatto con i raggi solari, i principi attivi degli antibiotici reagiscano a livello cutaneo causando la formazione di macchie rosse, pigmentazione o bolle.

Nel caso della fotoallergia, viene colpita tutta la pelle, anche quella non esposta. In questi casi il farmaco interagisce direttamente con il sistema immunitario, creando una reazione simile all’orticaria.

Basterà interrompere l’assunzione del farmaco per vedere tali sintomi regredire, pur tenendo presente che la terapia non avrà più effetto.

Se proprio si vuole stare al sole in questi casi, consigliamo di rivolgersi prima al medico di base per prendere ogni contromisura possibile, e di leggere sempre attentamente il foglietto illustrativo del farmaco.

Se state assumendo antibiotici e state all’aperto è consigliabile proteggersi dal sole con vestiti che coprono tutto il corpo e un capello. È consigliabile inoltre usare una protezione solare molto alta.

Quanto dovete aspettare per mettervi al sole dopo una cura antibiotica? Per non correre rischi è bene sapere che si potrà riprendere il sole circa 48/72 ore dopo la fine dell’assunzione della terapia antibiotica.