ASSISTENZA CLIENTI:
FAQ NEWSLETTER

Blog

Articolo del blog

media
05 agosto 2021

Estate e gravidanza: come affrontare la gestazione con il caldo

In estate le donne in gravidanza possono accusare maggiormente il caldo afoso e sentirsi stanche anche dopo un piccolo sforzo, senza tener conto della percezione del caldo che, a causa del progesterone, è più alta. In più le variazioni ormonali e l’incremento di dimensioni dell'utero ostacolano il ritorno venoso e si accusano più facilmente disturbi come gambe e piedi gonfi o pesanti.

A cosa andiamo incontro se non stiamo attente?

Quando si è incinte in estate, è comune che si manifestino alcuni di quei disturbi tipici dovuti alle alte temperature, come il senso di stanchezza, le gambe gonfie e i cali di pressione.

Tra quelli da tenere più sotto controllo, c’è sicuramente il colpo di calore, che può presentarsi in seguito a un importante stress termico e che si presenta con:

  • cute calda e disidratata;

  • blocco della sudorazione;

  • calo della pressione;

  • incremento della temperatura corporea.

Tali sintomi si presentano in seguito a campanelli di allarme come stanchezza e spossatezza, malessere, nausea e/o vomito, a volte insieme a cefalea o vertigini, oppure con l’aumento della frequenza cardiaca e l’ipotensione.

Come vivere al meglio la gravidanza in estate

Per scongiurare i disturbi dovuti al caldo è indispensabile:

  • Idratare sempre il proprio organismo assumendo almeno due litri di acqua al giorno e tanta frutta e verdura fresca.

  • Non esporsi al sole nelle ore più calde (11.00 / 15.00) e prendersi una pausa all’ombra tra un’esposizione e l’altra, oltre a indossare protezioni fisiche come gli abiti in cotone.

  • Fate diverse docce o bagni in mare durante la giornata.

  • Applicare impacchi freschi e umidi su tempie, polsi, caviglie utili per abbassare la temperatura corporea.

  • Non indossare indumenti aderenti e in tessuti sintetici.

In estate, la perdita di Sali minerali (specialmente attraverso la sudorazione) può essere eccessiva e portare a crampi o a sensazione di stanchezza e debolezza. Su tutti, vanno tenuti nei giusti parametri i valori di magnesio e potassio, da assumere mangiando verdure a foglia verde, frutta secca, banane, cereali e legumi.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.